Libera Associazioni

Logo Libera Associazioni

 
 

                     Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
 
Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie è un coordinamento di più di 1600 tra associazioni, scuole, enti locali e privati, accomunati dalla medesima spinta: la lotta alle mafie e la diffusione della cultura della legalità e della cittadinanza attiva. Libera nasce il 25 marzo del 1995, all'indomani del terribile periodo delle stragi di mafia (Capaci, Via D'Amelio, Roma, Firenze, Milano), con l'intento di raccogliere e mettere in rete su tutto il territorio nazionale le realtà associative capaci di fornire un contributo unico e specifico nell'azione di contrasto alle criminalità organizzate. Una delle prime azioni dell'Associazione è stata la realizzazione della campagna di raccolta di un milione di firme necessario per la presentazione in Parlamento del disegno di legge sul riutilizzo sociale dei beni confiscati ai mafiosi che, una volta approvato, ha dato vita alla legge 109/96, attraverso cui si realizza la restituzione alla cittadinanza del “maltolto” alle mafie e il naturale completamento dell'azione penale prevista dalla legge Rognoni-La Torre.
A 20 anni dalla sua nascita tantissima strada è stata percorsa e numerosi successi sono stati conseguiti. Da anni Libera opera nel settore dell'informazione critica, del supporto ai familiari delle vittime delle mafie, della formazione, le imprese e le organizzazioni no-profit proponendo un modello di sviluppo locale di tipo partecipato e percorrendo strade alternative a quelle indicate dalla mafia. Attraverso il progetto Libera Terra, promosso dalla stessa associazione, sono sorte le prime cooperative sociali che, sul territorio siciliano e nazionale, gestiscono i beni confiscati ai mafiosi e producono prodotti di agricoltura biologica. Ciò ha dato vita ad un circuito economico buono, pulito, giusto, sano e rinnovabile. Uno degli ambiti di intervento privilegiati dalla nostra associazione è quello che riguarda la “memoria”. Il 21 Marzo, giunto alla sua XV edizione, è divenuto in questi anni uno dei più importanti appuntamenti a livello nazionale di mobilitazione e partecipazione democratica per il ricordo di tutte le vittime della criminalità organizzata.
Libera, in quanto ente accreditato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, ha sviluppato negli ultimi anni il settore della formazione collaborando attivamente con le Università italiane, gli insegnanti delle scuole di vario ordine e grado e le associazioni del territorio. Il coordinamento territoriale di Libera Palermo opera nella provincia omonima con l'impegno e l'esperienza di chi conosce il territorio e contribuisce ogni giorno alla costruzione di una rete di soggetti aventi il comune interesse di promuovere pratiche socialmente responsabili in linea con i principi e valori di cui Libera stessa è portatrice. Libera Palermo propone alle scuole un pacchetto di progetti formativi su tematiche di interesse sociale. I temi sono frutto di un'analisi dei bisogni definiti sulla base del continuo dialogo tra i formatori che operano nelle scuole, i ragazzi e gli insegnanti, nonché i soggetti con cui l'associazione collabora sul livello provinciale.
L’offerta formativa di “Libera Palermo, associazioni nomi e numeri contro le mafie” si propone di contribuire a sviluppare conoscenze culturali, antropologiche ed economiche di ciò che determina la genesi di comportamenti illegali e l'affermarsi della criminalità organizzata, in linea con il mandato dell'associazione. L'obiettivo principale è sollecitare una co(no)scienza critica che permetta la crescita civica degli studenti e che stimoli alla partecipazione attiva e sociale attraverso il recupero semantico dei concetti di memoria, impegno e responsabilità. Gli ambiti di intervento e di riferimento scelti tengono conto delle esigenze del territorio e dei destinatari. Esse sono frutto, da un lato, dell'occhio attento dell'associazione sul contesto socio-culturale ed economico di riferimento, dall'altro, di un'analisi sulle rappresentazioni del fenomeno mafioso emerse da una ricerca-azione condotta con ragazzi coinvolti nei progetti attivati durante precedenti esperienze scolastiche. In tal senso, si è cercato di declinare il tema della legalità e dell'antimafia nelle sue diverse “specificità” attraverso una progettazione capace di trattare ed approfondire argomenti quali: l'uso sociale dei beni confiscati ai mafiosi come pratica di cittadinanza attiva, la memoria come strumento di crescita umana, l’educazione alla sostenibilità come espressione di responsabilità. La struttura dei progetti consente di lavorare nelle scuole della provincia di Palermo attraverso percorsi di formazione-intervento rivolti agli studenti di tutte le fasce di età (dalle scuole elementari alle scuole medie e superiori). L'obiettivo di ogni progetto è quello di “in-formare” gli studenti e di coinvolgerli nella co-costruzione dei concetti di “legalità” e “responsabilità sociale”. Vengono utilizzate, da parte di personale specializzato, strategie d'intervento, tecniche e metodiche capaci di sollecitare la meta - cognizione e di sviluppare protagonismo e il pensiero critico dei ragazzi. Le attività proposte dall'Associazione hanno lo scopo di stimolare la consapevolezza del significato delle scelte di comportamento individuali e collettive per la crescita della coscienza civica dei ragazzi.

Recapiti

 

Libera Palermo
Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Piazza Castelnuovo 13, 90141 Palermo
C/O “Bottega dei Sapori e dei Saperi della Legalità”
Tel: +39.091.322023 / +39.0917574861

Fax +39.091.322023 / +39.0916197467 Email: info@liberapalermo.org
Blog: www.liberapalermo.org - P.Iva: 05748130829 - Iban: IT 95 T 05018 04600 000000125317

Seminari di Filosofia

Area Seminari

Avviso Seminari di Filosofia

popup seminario